Diritti interna

Diritti - Come tutelare i tuoi dati

Doveri interna

Doveri - Come trattare correttamente i dati

Search Form Portlet

ricerca avanzata

g-docweb-display Portlet

Provvedimento del 22 maggio 2018 [9009324]

SCHEDA
Garante per la protezione dei dati personali
Doc-Web:
9009324
Data:
22/05/18
Tipologia:
Decisione su ricorso

[doc. web n. 9009324]

Provvedimento del 22 maggio 2018

Registro dei provvedimenti
n. 349 del 22 maggio 2018

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

NELLA riunione odierna, alla presenza del dott. Antonello Soro, presidente, della dott.ssa Augusta Iannini, vicepresidente, della prof.ssa Licia Califano e della dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici, componenti e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale;

VISTO il ricorso presentato al Garante e regolarizzato in data 30 marzo 2018 da XX nei confronti della Corte dei Conti con il quale il ricorrente, ribadendo le istanze già avanzate ai sensi degli artt. 7 e 8 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali (di seguito “Codice”), ha chiesto la cancellazione dei propri dati identificativi contenuti in una sentenza emessa dalla resistente nei suoi confronti e pubblicata nella banca dati on-line della stessa;

VISTI gli ulteriori atti d’ufficio e, in particolare, la nota del 16 aprile 2018 con la quale questa Autorità, ai sensi dell’art. 149, comma 1, del Codice, ha invitato il titolare del trattamento a fornire riscontro alle richieste del ricorrente;

VISTA la nota del 10 maggio 2018 con la quale la resistente ha comunicato di avere aderito alle richieste dell’interessato, allegando anche il decreto di autorizzazione alla cancellazione dalla citata sentenza dei dati identificativi del ricorrente emesso dalla I° sezione centrale di Appello della Corte dei Conti;

VISTA la nota datata 14 maggio 2018 con la quale il ricorrente, nel prendere atto dell’avvenuta “cancellazione del nominativo dalla sentenza oggetto del contendere sulla banca dati”, chiede che venga dichiarata cessata la materia  del contendere;

RITENUTO, alla luce di quanto sopra esposto, di dover dichiarare, ai sensi dell’art. 149, comma 2, del Codice, non luogo a provvedere sul ricorso avendo il titolare del trattamento, sia pure solo nel corso del procedimento, fornito un riscontro sufficiente, rispetto al quale il ricorrente si è dichiarato soddisfatto;

VISTA la documentazione in atti;

VISTI gli artt. 145 e ss. del Codice;

VISTE le osservazioni dell’Ufficio formulate dal segretario generale ai sensi dell’art. 15 del regolamento del Garante n. 1/2000;

RELATORE la dott.ssa Augusta Iannini;

TUTTO CIÒ PREMESSO IL GARANTE:

a) dichiara non luogo a provvedere sul ricorso;

Ai sensi degli artt. 152 del Codice e 10 del d.lgs. 1° settembre 2011, n. 150, avverso il presente provvedimento può essere proposta opposizione all’autorità giudiziaria, con ricorso depositato al tribunale ordinario del luogo ove ha la residenza il titolare del trattamento dei dati, entro il termine di trenta giorni dalla data di comunicazione del provvedimento stesso, ovvero di sessanta giorni se il ricorrente risiede all’estero.

Roma, 22 maggio 2018

IL PRESIDENTE
Soro

IL RELATORE
Iannini

IL SEGRETARIO GENERALE
Busia